La pagina del Presidente


pave

VEDRAI CHE BELLO!

Ci ho messo un po’ ad aggiornare la pagina del presidente è vero, ma solo perché ero un po’ preso nell’ organizzazione della stagione che è appena iniziata. La festa degli oratori ci ha regalato come al solito un bel momento da vivere insieme, ora questi momenti i nostri ragazzi e le nostre ragazze devono proseguire a viverli, ogni volta che  si ritrovano agli allenamenti o alle partite. Del resto lo slogan che accompagna l’anno oratoriano “Vedrai che bello” suona proprio come un invito per tutti a vivere e a far vivere l’attività sportiva come un momento di sana crescita. L’anno che parte si presenta con quali progetti? Se fossimo da altre parti potrei dirvi che vinceremo per andare in serie A, oppure che tutti quanti i nostri ragazzi diventeranno degli atleti o delle atlete professionisti/e, che avremo allenatori di società blasonate che ci seguiranno per portarci… dove? Dove ci porteranno queste persone, ma soprattutto dove ci porteranno i nostri sogni? Ci faranno vivere veri momenti di felicità, oppure ci faranno vivere effimeri momenti di felicità? E poi stiamo parlando della vera felicità? Può la vittoria di una partita o un di campionato donarci vera felicità? Al massimo credo che il vincere  possa renderci contenti e gioiosi al momento, ma sappiamo bene tutti che il tempo porta via con sé quelle sensazioni positive lasciandoci certamente dei ricordi piacevoli, ma quel senso di contentezza o di felicità passerà inevitabilmente. Anche io ricordo con piacere le vittorie della mia esperienza sportiva, ma non è che pensandoci adesso mi senta felice. La felicità è stare bene, provare emozioni positive, vivere con serenità, avere una sensazione di pace e calma. Non per questo la vittoria non vada ricercata ed attesa, anzi l’agonismo che lo sport richiede ha come obiettivo proprio questo e i nostri allenatori lo sanno bene. E allora il nostro progetto qual’ è? Ma certo che fesso che sono, a volte confesso, mi dimentico anch' io (sarà l’età) che noi abbiamo scritto qual’ è il nostro progetto, cosa faremo dei nostri atleti e cosa garantiremo loro. Il progetto educativo sportivo, è in questo documento dove usiamo termini come felicità, qualità di vita e benessere. Ecco quale sarà il nostro progetto, messo per iscritto non detto a voce in modo che possa perdersi nel vento: che possano trascorrere un’altra stagione in serenità e armonia praticando lo sport che più gli piace e lo faranno, cosa imprescindibile, insieme agli altri, insegnando loro che non c’è vittoria senza sconfitta, non c’è merito senza impegno e non c’è capacità senza allenamento, proprio come nella vita di tutti i giorni. L’unica certezza che abbiamo riguardo al futuro dei nostri ragazzi e ragazze è questa: cresceranno. Il come dipende da quello che semineremo, se poi riusciranno ad essere anche “grandi” per meriti sportivi non ci è dato saperlo, di sicuro è che un giorno  saranno adulti. Allora forza diamoci da fare come ogni anno, la sfida educativa è aperta, chiamiamo a raccolta come sempre i nostri allenatori, dirigenti e soprattutto voi genitori, l’obiettivo è posto, vedrai che bello!

P.S. Il progetto educativo sportivo è sul sito della società allegato ad uno degli articoli precedenti. Se non lo trovate potete chiederlo nelle segreterie o al vostro dirigente.

Contattaci


Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio